Dopo qualche settimana di pausa, la F1 torna in pista al Paul Ricard di Le Castellet, che come Monaco e Baku torna in calendario dopo un anno di stop. Prove libere interlocutorie: nelle prime due sessioni molto bene Bottas dopo lo scambio di telaio con Hamilton, nella terza domina Verstappen con Sainz terzo e Leclerc più arretrato. Andiamo a scoprire cos’è successo nelle qualifiche odierne.

Q1: VERSTAPPEN LEADER, MICK IN Q2 – Max Verstappen si prende la scena non appena si inizia a fare sul serio, prendendosi anche la vetta della Q1. Tempo di 1.31.001 per Max, che trova subito il limite e rifila due decimi a tutti: top-5 completata da Hamilton, Perez, Bottas e Norris, con Sainz 7° a un secondo e Leclerc 12° a 1”2. Sessione caratterizzata da due bandiere rosse: la prima per il muro di Tsunoda all’inizio delle ostilità, la seconda per l’incidente di Mick Schumacher, che interrompe anzitempo questa Q1 e impedisce a Lance Stroll di far segnare un tempo. Mick compie così un autentico miracolo, qualificandosi in Q2 col 14° tempo e rifilando sei decimi a Mazepin: prima Q2 stagionale per Haas. Out invece Latifi, Raikkonen, Mazepin, Stroll e Tsunoda: il canadese viene eliminato dall’altra Williams di Russell per due millesimi.

Q2: BOTTAS IN TESTA, I PRIMI DIECI PARTIRANNO CON LE MEDIE – Il gruppo dei migliori sceglie le medie. Tutti i primi 10 partiranno con la mescola più performante per la gara, tenendosi le soft per la Q3 e optando per una scelta estremamente intelligente, visto l’asfalto abrasivo del “Paul Ricard”. Il miglior tempo è di Valtteri Bottas in 1.30.735, precedendo di soli 53 millesimi Hamilton: 236 millesimi di ritardo per Perez e 345 per Verstappen, con le Red Bull a inseguire le due Mercedes. Top-10 completata da Sainz, Gasly, Norris, Alonso, Leclerc e Ricciardo. Out Ocon, Vettel, Giovinazzi, Russell e Mick Schumacher che non è sceso in pista dopo il precedente incidente.

Q3: POLE POSITION PER VERSTAPPEN, 5° SAINZ – Vola Max Verstappen nel Q3, con l’olandese che centra autorevolmente la pole position con due giri velocissimi: il migliore è il secondo, col cronometro che si ferma sul crono di 1.29.990. Hamilton è secondo a 258 millesimi, Bottas terzo a 386 millesimi precedendo Perez (+0.455) e Sainz (+0.850). Il ferrarista precede Gasly (+0.878), Leclerc (+0.997), Norris (+1.262), Alonso (+1.350) e Ricciardo (+1.392). Si interrompe così, com’era prevedibile visto che la pista è sfavorevole alle Rosse, la striscia di pole position di Charles Leclerc: Max Verstappen scatterà in testa e proverà a riprendersi i 25pti persi a Baku per colpa delle gomme. Le Mercedes sono avvisate, questa Red Bull è da titolo…

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *